Messa in sicurezza d'emergenza e identificazione a seguito di olio spill

A seguito di un rinvenimento da parte dell’ARPA Siracusa di idrocarburi in sospensione nello specchio d’acqua antistante il pontile NATO in uso alla Marina Militare nella rada di Augusta, OWAC si è occupata di svolgere le seguenti attività:

  • LOCALITÀ
  • Pontile NATO, Augusta (SR)


  • I DATI
  • Tipologia di servizio:
  • progettazione definitiva ed esecutiva, coordinamento della attività di indagine e coordinamento della sicurezza
  • Periodo di progettazione:
  • 2019


  • DATI TECNICI
  • Sviluppo lineare:
  • 1,2 km

  • verifica dell’integrità delle tubazioni di collegamento tra l’area di stoccaggio e i pontili (distanti tra loro circa 1.200 metri) in cui vengono effettuate le operazioni di carico/scarico del DFM/JP5. Le attività di ispezione sono state condotte sia fuori terra che in luoghi confinati (gallerie), impiegando tutti i dispositivi di sicurezza previsti per ambienti a rischio di esalazione (autorespiratori, rilevatori gas, etc.);
  • campionamento e analisi dei reflui liquidi riscontrati in galleria ed in sospensione nei pozzetti prossimi allo scarico a mare delle acque meteoriche;
  • definizione della metodologia di indagine (tipologia di analiti, numero dei campioni e modalità di analisi) per determinare la provenienza degli idrocarburi sversati per confronto con rilievi condotti da ARPA;
  • messa in sicurezza attraverso il sezionamento dei serbatoi di stoccaggio e svuotamento delle tubazioni nelle quali è stata rinvenuta la perdita;
  • asportazione e smaltimento del refluo liquido presente nei luoghi confinati;
  • campionamento nell’area dei pontili e verifica analitica della non sussistenza di contaminazione idrocarburica.